• Vasco Rialzo

Vamos a la playa tra il serio (poco) e il faceto (molto)

Con la fine delle scuole sono ufficialmente iniziate le vacanze estive. Tutti vogliono andare al mare e così canticchiare vamos a la playa diventa quasi inevitabile. L'importante però è scegliere la canzone adeguatamente kitsch

La prima proposta che vi faccio è il grande classico italiano Vamos a la playa dei Righeria. Correva l'anno 1983 e fu subito un (inatteso) successo pazzesco.

Oggi molti preferiscono la raffinata estetica di Loona e del suo omonimo extended remix, il cui video pare sia stato girato a Barcellona (forse). A orrore andiamo ancora bene, ma ho dei dubbi su quale sia il migliore.

Tocca poi alla medesima canzone, questa volta interpretata però da Miranda, che vi propongo in una favolosa versione remix firmata Vdj Rossonero, che non cade assolutamente negli stereotipi di Ibiza.

Per gli amanti del reggaeton, ecco che scendono in campo Pedro Capó e Farruko con la canzone Calma, il cui ritornello però è sempre vamos a la playa. Anzi, per essere precisi, vamos pa' la playa, ma va poi bene lo stesso.

Gli intenditori di buona musica staranno sicuramente arricciando (moltissimo) il naso. Ecco allora una chicca che pochi conoscono, che dedico a quelli dal palato più raffinato. Il magnifico Kafu Banton ci canta la sua Vamos pa' la playa.

Nicchia della nicchia, la fenomenale coppia formata da Castro y Gambino insiste con un'altra perla musicale, sempre in tema di vamos pa' la playa, offrendoci questo loro raffinato servigio che lascerà tutti senza parole...

Ma visto che non avrete ancora deciso la vostra canzone preferita e il ritornello vamos a la playa non vi soddisfa pienamente perché troppo pregno di significati profondi e simboli ancestrali, chiudo questo frizzante articolo con un'alternativa davvero di immenso peso intellettuale. Vi presento Luis Miguel con la sua straordinaria interpretazione di Cuando calienta el sol. Buona spiaggia a tutti!