• Vasco Rialzo

Barcellona vegetariana con gelato di consolazione

Oggi faccio l'alternativo e, invece di parlare di tapas e paella, vi svelo un volto segreto della Barcellona culinaria. Mangiare vegetariano in città è gustoso e prelibato, e un buon gelato offre un'esperienza mangereccia che vale come dessert e anche come consolazione. In che senso, direte voi. Ecco spiegato

Un articolo breve, questo. Che riprende il prezioso suggerimento che mi diede la mia amica fotografa e giornalista Laia Roca. E che, da opportunista e sciacallo quale sono, anni fa trasformai in un pezzo della guida Barcellona senza vie di mezzo.

Quindi, ciò che segue non è farina del mio sacco, bensì di quello di una giovane cittadina di Barcellona a cui ho "scippato" uno di quei consigli che valgono oro, proprio perché proviene da una persona che a Barcellona è nata, vive e lavora.

Veniamo al dunque, allora. Ecco dove mangiare vegetariano a Barcellona, intanto. Così scriveva la brava Laia, partendo da alcune intelligenti osservazioni sulla sua città natale: "Se c’è una cosa che caratterizza la città di Barcellona è la diversità culturale che si respira in ogni sua via. Chiunque abbia passeggiato per le Ramblas sarà d’accordo che ogni passo trasporta a una nuova Torre di Babele, un luogo dove si ascoltano idiomi di tutto il mondo, sfilano gli abiti più attraenti – no, signori, i sombreri messicani non sono typical spanish – e si può godere di una gastronomia a propria misura."

"Anche se è certo che la cucina tradizionale dei vari paesi si trova in lungo e in largo in tutta la città, è più facile scegliere tra l’incredibile varietà che offre il centro di Barcellona. Lì troverai ristoranti di tutte le nazionalità, tipologie e prezzi. Senza dubbio, accade spesso che alcune 'restrizioni alimentari' (come quelle dei vegetariani o vegani) complichino la scelta di un luogo dove godersi un buon pranzo. In questo caso non ti devi preoccupare, Barcellona ha pensato anche a te!"

"Per i meno carnivori, c’è da dire che non è difficile procurarsi prodotti vegetariani nella maggior parte dei supermercati; ma se ciò che si cerca è godersi una gran varietà di piatti vegani, non si può abbandonare la città senza passare prima per il Gopal. È forse il più popolare tra i detractores di alimenti di derivazione animale. Si tratta di un piccolo ristorante situato nel Barri Gòtic (a pochi metri dalle affollate Ramblas), dove si possono gustare tante prelibatezze vegane ad un prezzo assolutamente accessibile. Lì potrai decidere se portarti via il pranzo e continuare a passeggiare, o fare una pausa in questa piazzetta ubicata alla fine del Carrer dels Escudellers."

E il dessert? "E dopo, per i dolci, puoi fare due passi fino alla Plaça de Sant Jaume (e visitare così anche l’Ajuntament), dove troverai Gelaaati di Marco, una gelateria con tutti i sapori che puoi immaginare." Soddisfatti, affamati e contenti? E poi non dite che non rivelo mai i miei segreti su Barcellona. Talvolta ve li dico, ma...

...purtroppo Gopal non c'è più... Scherzetto malvagio! Come tutti i posti giusti, ha chiuso battenti e così vi ho fregato, per l'ennesima volta. Ma poiché sono moderatamente buono, sostituisco il consiglio di Laia, ahimè caduto in disgrazia, con uno nuovo che vi assicuro esiste ed è pronto ad ospitarvi. Sempre nel Barri Gòtic e sempre vegetariano. Si chiama Rasoterra e farà sicuramente parte della mia prossima guida su Barcellona, che chissà quando uscirà e, quando lo farà, sarà già vecchia, come il vostro affezionato Vasco Rialzo, ma intanto eccovi consolati. ¡Besos!